Le abbreviazioni “e.g.” e “i.e.” in inglese

La differenza che intercorre tra e.g., e i.e., (sempre seguiti da virgola) è molto sottile, tanto che alcune volte sono scambiati nel loro uso, in inglese.

E.g., è l’abbreviazione per example given, o, meglio, exempli gratia. Viene usato per introdurre una lista di esempi e sottintende l’etc… (che sta per et cetera, ovvero le cose rimanenti) alla fine, che quindi risulta ridondante se aggiunto. In italiano può essere reso con “ad esempio”.

I.e., è l’abbreviazione di id est, ovvero that is in inglese e “cioè” in italiano. Viene usato per specificare quello di cui si parla.

E’ probabile che nell’uso di queste due abbreviazioni su questo blog, pur conoscendone il significato, possa commettere qualche errore, confondendoli (o meglio, abusando di e.g., e dimenticando i.e., quando “necessario”).

Quante cose si imparano scrivendo una tesi di laurea.

 

Grazie Manuel!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *