facial features and stereotypes

Chi ha un aspetto che suggerisce un’impressione falsa non necessariamente cerca di ingannare gli altri: una mantide religiosa mimetizzata in un modo da somigliare a una foglia non mente, come non mente un uomo la cui fronte alta fa sospettare un’intelligenza maggiore di quella che ha.

E’ interessante cercare di individuare la base di questi stereotipi. Presumibilmente la fronte alta viene considerata erroneamente come indice della grandezza del cervello, così come lo stereotipo secondo cui le labbra sottili denotano crudeltà si basa sull’osservazione esatta che le labbra in effetti si stringono nella collera. L’errore sta nel fatto di utilizzare l’indizio di uno stato emotivo transitorio per giudicare un tratto permanente di personalità. Un tale giudizio suppone che le persone dalle labbra sottili abbiano questo aspetto perché stringono continuamente le labbra per la rabbia; ma le labbra sottili possono essere un carattere ereditario permanente. Lo stereotipo secondo cui le labbra tumide indicherebbero sensualità nasce da un analogo errore logico: dall’osservazione esatta che le labbra si gonfiano per l’afflusso di sangue durante l’eccitazione sessuale, si ricava il giudizio sbagliato circa un tratto permanente della personalità. Anche in questo caso, la forma delle labbra può essere un carattere ereditario fissato una volta per tutte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *